Rihard Lobenwein – Vernissage

5 ottobre 2017 , In: Mostre , With: No Comments
0

Nature morte nelle opere iperreali del giovane artista Rihard Lobenwein. Venerdì 13 ottobre 2017 in Casa Tartini in collaborazione con la Galleria Insula di Isola, s’inaugura alle ore 18.00, la mostra di un ciclo di quadri che rappresentano il lavoro più prestigioso dell’autore. La mostra personale è curata da Dejan Mehmedovič.

 

Le immagini del giovane artista Rihard Lobenwein sono alquanto particolari. L’iperrealismo (fotorealismo), entro cui si può far rientrare il suo stile pittorico, è nelle belle arti una forma tradizionale di espressione ormai superata, poiché è stata sostituita dalla fotografia. Ad ogni modo si tratta di una tecnica che continua ad essere attraente per gli artisti, infatti permette una ricca espressione artistica. Anche Rihard Lobenwein coscientemente utilizza questa pratica, con la quale riesce ad esprimere ciò che desidera. L’immagine realistica, che nell’arte pittorica dell’Europa occidentale è conosciuta dal periodo gotico ad oggi, ha raggiunto la maggiore espressione proprio nel dipinto naturalistico, iperreale.

La descrizione completa del reale ha avuto attraverso la storia significati e funzioni alquanto diversi: dalle prime volgarizzazioni e dalle rappresentazioni della religiosità e degli elementi biblici nel periodo gotico, alla sensibilizzazione nel Rinascimento e al ritorno ai valori classici dell’antichità, dall’ omaggio barocco al popolo, alla ‘consapevolezza dell’umano’ e al ritorno alla natura nel Romanticismo, fino alle ‘cariche politiche’ del realismo socialista. L’iperrealismo si è presentato anche nel modernismo, soprattutto come opposizione all’espressionismo astratto, quindi nel senso di uno stile pittorico prestigioso, che a differenza della pittura astratta, richiede grande sapere e maestria tecnica.

Come già detto, le immagini di Rihard Lobenwein sono insolite, poiché rappresentano una dichiarazione artistica singolare. Il giovane artista conosce e affronta tutte le suddette definizioni, ma le carica di un nuovo contenuto.

Nella mostra a Pirano presenta un ciclo di nature morte nate nel corso di diversi anni e che rappresentano contenutisticamente un insieme. Sicuramente rappresentano il lavoro più prestigioso dell’autore. Si tratta di quadri ad olio, che si distinguono per la forma pittorica storica. L’artista riprende come modello i lavori dei maestri spagnoli, olandesi e fiamminghi del XVII secolo, che li copia nella forma di nature morte. Ma nel suo lavoro si discosta dagli esempi precedenti, poiché inserisce nella forma della natura morta, elementi dei giorni nostri.

I quadri, che a una prima occhiata ricordano quelli esposti nei musei, diventano interessanti da un altro punto di vista. Il pittore gioca e crea, usando una propria iconografia, un ambiente insolito che porta a un racconto fantastico. Le tematiche già affermate della ‘vanitas’ (nullità, fugacità), caratteristiche delle nature morte barocche, sono sostitutite dal ‘realismo magico’, da un’atmosfera allegra e giocosa, leggera e piena di energia positiva.

Ma il contenuto veicolato dalle immagini è strettamente connesso, ovvero dipende fondamentalmente dalla forma in cui viene prodotto. Il contrasto paradossale tra la ‘forma esterna’ e il racconto che si svolge internamente è in questi dipinti la cosa più importante. La creazione stessa delle opere, che dimostra grande maestria ed esperienza, è superata nel perfezionamento dei fondamenti dell’arte pittorica. La rappresentazione mimetica, che deriva dal trattamento estremamente dettagliato e dalla ‘levigatura’ del campo pittorico, funziona sia esteticamente che in maniera poetica.

Rihard Lobenwein è un giovane artista di Strugnano, che nel suo lavoro intreccia sapientemente il passato con il presente. Consapevole della sua capacità tecnica, si esprime attraverso immagini iperrealistiche, che parlano direttamente all’osservatore di problematiche attuali; proprio la disarmonia tra la forma e il contenuto dà un valore aggiunto alle sue opere.

Dejan Mehmedovič

(traduzione in lingua italiana di Lara Sorgo)

There are no comments yet. Be the first to comment.

Leave a Comment

Ringraziamento

Sito realizzato con il supporto finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste Fondo donazione prof. Diego de Castro e del Comune di Pirano nell'ambito del progetto "Visibilità bilingue".

Facebook