Monumento d’arte contemporanea

28 gennaio 2018 , In: Libri, Pubblicazioni , With: One Comment
2

Il prezioso volume “Viaggio pittoresco e storico nell’Istria e nella Dalmazia” di Joseph Lavallée verrà presentato giovedì 1 febbraio 2018 in Casa Tartini alle ore 18.00. Ne parlerà il professor Antonio Trampus, Ordinario di Storia Moderna all’Università di Venezia con Kristjan Knez della Società di studi storici e geografici di Pirano e l’editore Sergio Zorzon. Il libro redatto secondo l’itinerario compiuto e disegnato da Louis-François Cassas (1756-1827), scultore, architetto, pittore paesaggista, archeologo e antiquario vissuto ai tempi di Napoleone è oggi considerato uno dei grandi interpreti della transizione dal Neoclassicismo al Romanticismo. L’opera dal titolo originale “Voyage pittoresque et historique de l’Istrie et de la Dalmatie” pubblicato per la prima volta nel 1802 da Firmin Didot, vede ora la stampa grazie alla Libreria Editrice Internazionale Italo Svevo, nella traduzione italiana del testo a cura di Leo Lazzarotto.

Il libro ricco di incisioni affidate sui disegni di Cassas ad alcuni dei più rinomati incisori francesi di fine Settecento, ospita numerose vedute di Trieste e di altre città giuliane, con preziosi particolari di monumenti e altri elementi di alto valore artistico e archeologico. La splendida sopraccopertina riproduce vari disegni a colori di Louis François Cassas, i cui originali, quasi del tutto sconosciuti fino ad oggi, sono conservati negli archivi del Victoria & Albert Museum di Londra.  Il pittore Cassas in giro per Trieste, si spostò in Istria e Dalmazia. Già nel viaggio di andata, come ricorda Trampus nel saggio introduttivo, provenendo via mare «aveva visto le coste della Dalmazia e dell’Istria e si era fermato a Pola e Rovigno prendendo il rilievo dell’arena e dei monumenti romani,  i templi, l’anfiteatro, l’Arco di Trionfo, il palazzo del Podestà e poi Spalato e le sue meraviglie, paesaggi e antiche rovine da Sebenico, Traù, Capodistria, Lissa. A Trieste ritrasse i costumi tipici e in cinque tavole diversi scorci della città e del porto». Di queste tavole tre originali si trovano oggi ai Civici Musei di Storia ed Arte.

L’evento viene organizzato dalla Comunità autogestita della nazionalità italiana di Pirano in collaborazione con la Comunità degli Italiani Giuseppe Tartini e la Comunità degli Italiani di Capodistria.

Leave a Comment

Ringraziamento

Sito realizzato con il supporto finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste Fondo donazione prof. Diego de Castro e del Comune di Pirano nell'ambito del progetto "Visibilità bilingue".

Facebook